Alessandro Avallone

Flauto Traverso

che all'estero. Prosegue lo studio del flauto antico con il M° Manuel Granatiero, con il quale si è esibito diverse volte all'interno del «Festival Bach» (Perugia) e del festival «Paesaggi Musicali Toscani» (San Quirico d'Orcia). Laureato con lode in Lettere Moderne con una tesi sul pensiero musicale di Giuseppe Mazzini, si è poi specializzato col massimo dei voti e la lode in Musicologia, discutendo una tesi sulla presenza dell’apollineo e del dionisiaco nelle opere di Verdi e Boito, sempre nel medesimo ateneo romano.

 

Attualmente è dottorando di ricerca in «Storia e analisi delle culture musicali» presso l’Università degli Studi di Roma «La Sapienza», dove si occupa del melodramma italiano postunitario con particolare attenzione agli autori della Scapigliatura e alla presenza della categoria estetica del Brutto nell’opera di questo periodo.

 

Alle attività di ricerca in campo musicologico affianca una serie di iniziative di stampo divulgativo, per far conoscere l’opera e la musica sinfonica nelle scuole, nelle biblioteche e nei centri culturali, a Roma come altrove.

 

Abilitato all’insegnamento di Musica ed Educazione Musicale presso le scuole secondarie di primo e secondo grado, risulta tra i vincitori del Concorso docenti 2016 per la nuova classe disciplinare di «Storia della Musica» nei Licei musicali.

Alessandro Avallone è nato a Roma nel 1988 dove ha iniziato lo studio del flauto con il M° Giuseppe Pelura.

 

Diplomatosi brillantemente presso il Conservatorio «Santa Cecilia» di Roma all'età di 20 anni, si è successivamente perfezionato con i Maestri Carlo Enrico Macalli, Peter-Lukas Graf e Marco Zoni.

Ha proseguito il suo iter di perfezionamento presso il «Conservatorio della Svizzera Italiana» di Lugano, nella classe del M° Mario Caroli. Ha suonato e suona in qualità di primo flauto in diverse formazioni lirico-sinfoniche giovanili, come l'Orchestra Giovanile di Civitavecchia (M° Piero Caraba), l'Orchestra Sinfonica Internazionale Giovanile (M° Donato Renzetti e Maté Hamori),l'Orchestra Xilon (M° Paolo Matteucci), l'Orchestra San Giovanni di Napoli (M° Fan Ding), con la quale ha svolto anche tournée in Cina, e la Piccola Orchestra '900 (M° Simone Veccia).

Accanto a ciò svolge intensa attività concertistica in formazioni cameristiche, specialmente in duo col pianoforte, con le quali si è esibito nei principali centri italiani e in alcune capitali europee.

 

Nel 2011 inizia lo studio del flauto barocco presso la «Scuola di Musica Antica» di Venezia, sotto la guida del M° Stefano Bet, e si esibisce in diverse formazioni cameristiche e orchestrali sia in Italia

  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Icona sociale
  • Twitter Icon sociale

Website engineering:         Giulia Floria Andorka 

Accademia degli Ostinati